B come Buchteln – Buchteln ripieni di marmellata di zucca

I Buchteln sono dei dolcetti di  pasta lievitata ripieni di marmellata. Sono originari della cucina austriaca e ungherese e poi sono stati adottati anche nella cucina tipica ladina.
Anche questa ricetta, come quella del precedente post, è per la mia amica Bri del blog Briggishome che ospita l’Abbecedario Culinario d’Italia per quanto riguarda la lettera B di Bolzano.

E a proposito di Bolzano, io ci sono stata una volta sola, in estate e faceva un caldo tremendo. Il mio sogno invece sarebbe di andarci nel periodo invernale sopratutto per girare i mercatini di Natale che tanto mi piacciono, sono sicura che ci perderei la testa! Magari un giorno, chissà, riuscirò ad andarci davvero…

Questi dolci si trovano anche nelle pasticcerie di Trieste perchè anche la nostra tradizione culinaria ha preso ispirazione dalle ricette austrungariche.
Normalmente sono ripieni con marmellata di albicocche o crema alla vaniglia o addirittura senza ripieno. Io ho usato la mia marmellata di zucca e cardamomo che è perfetta per questo tipo di dolce.

Per farne una bella teglia, diciamo 15 pezzi, ecco gli ingredienti:

– 500 gr di farina 00
– 24 gr di lievito di birra fresco (un panetto)
– un bicchiere di latte
– 70 gr. di burro
– 100 gr di zucchero semolato
– un pizzico di sale
– scorza grattugiata di un limone
– due uova
marmellata di zucca e cardamomo (o albicocca)
– 50 gr di burro per spennellare la superficie
– zucchero in granella

Io ho usato la macchina del pane.

Intiepidire il latte (io al microonde) e scioglierci il lievito di birra con un cucchiaino di zucchero.

Sbattere le uova con lo zucchero, la buccia di limone, il sale, i 70 gr di burro fuso.

Setacciare la farina nel cestello aggiungere il lievito sciolto nel latte, impastare qualche minuto

Aggiungere anche la miscela di uova. impastare ancora.

Controllare l’impasto pulendo bene le pareti del cestello con una spatola affinchè tutti gli ingredienti vengano ben inglobati.

Utilizzare il programma ‘solo impasto’ che dura un ora e mezza. Al termine dovreste ritrovarvi un bell’impasto lievitato.

Rovesciare l’impasto sulla tavola di legno spolverata con farina, lavorarlo un pò con le mani

 formare tante palline grandi come un mandarino.

Appiattire i pezzi di pasta uno per volta e farcire il disco ottenuto con un cucchiaio di marmellata

Chiudere bene il disco formando una pallina

Porre le palline in una teglia da forno foderata con della carta forno, lasciando poco spazio tra una e l’altra.

Far lievitare per 45 minuti, accendere il forno e portarlo a 200 gradi.

Sciogliere i 50 gr di burro, lasciarli intiepidire e spennellare la superficie dei dolcetti che nella lievitazione si saranno ‘attaccati’ l’uno all’altro. Finire con una spolverata di granella si zucchero.

Infornare per 25/30 minuti. Come vedete i miei si sono colorati un pò troppo, controllate l’andamento della cottura abbassando un pò la temperatura.

Sono molto buoni appena sfornati e lasciati intiepidire, quando sono freddi vi consiglio di conservarli nel congelatore. Bastano pochi secondi nel microonde a renderli di nuovo morbidi, fragranti e deliziosi, per una buona colazione o una merenda al volo.

B come… Buoni, semplice no?

17 pensieri riguardo “B come Buchteln – Buchteln ripieni di marmellata di zucca

    1. E' vero cara Libera, qui a Trieste ogni pasticceria/panetteria li ha, specialmente quelli 'vuoti' che io adoro e che spesso prendevo per la merenda quando lavoravo… che buoni! un abbraccio Kri

  1. Sai che volevo chiudere il Trentino-Altoadige con questo dolce?
    Era una vita che lo volevo provare, e mi è sembrata l'occasione giusta.
    Non sono riuscita per mancanza di tempo, e sono davvero felicissima che l'hai fatto tu!
    Ti è venuto una meraviglia.
    Grazie Kris.
    baciusss
    brii

    1. Ti ho fregato sul tempo allora, comunque sono davvero buoni, non credevo proprio, sopratutto appena sfornati sono una delizia. Stò studiando per la C ma sono in crisi… spero nella prossima settimana. Bacioni Kri

    1. Ahah sono semplici, prova a farli vedrai che non te ne pentirai.. beh forse un pò (abbasso la bilancia) però ogni tanto uno strappetto dobbiamo concedercelo no? bacioni Kri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *