Un dolce semplice per il Piemonte – Torta de San Pedar (torta de pan e lacc)

Come promesso ecco la seconda ricetta per il Piemonte. Il nostro ‘Abbecedario culinario d’Italia‘ organizzato dalla Trattoria Muvara arriva in questa splendida regione e viene ospitato da CookingStefy.

Quel che non vi ho detto nel post precedente è che io in Piemonte ci ho vissuto, ebbene si, i primi sei anni della mia vita. Più precisamente a Torino dove mio padre è stato mandato per lavoro e dove mia madre e io lo abbiamo seguito. Beh io non ne ero molto consapevole visto che avevo pochi mesi quando ci trasferimmo. La prima elementare la frequentai proprio a Torino e ancora oggi, quando parlo in italiano in qualche momento si sente una vaga cadenza piemontese…

Torino è una città bellissima, anche se sono tanti anni che manco, ricordo l’ultima volta che ci sono tornata, ero ragazza, ho rivisto il parco del Valentino, la Mole Antonelliana e il bellissimo museo Egizio… e tante altre meraviglie che non stò a elencare. E, nonostante non segua il calcio, come non citare la squadra del cuore di mio padre: la Juventus!

Spero di tornare un giorno a Torino per ritrovare qui luoghi che ho conosciuto da bambina e che ora vedo solo quando sfoglio gli album fotografici di famiglia.

Passiamo alla ricetta, per scacciare la malinconia. Il dolce che vi presento è semplice, di veloce esecuzione e sopratutto buonissimo! Ah dimenticavo, è pure economico/ecologico visto che si usa il pane raffermo per farlo!
Ecco la torta de San Pedar (San Pietro) detta anche torta de pan e lacc (pane e latte)

Ingredienti per una tortina piccola

– 150 di pane raffermo (io ho usato una pagnottella che ho fatto ieri con manitoba e semola rimacinata)
– 50 gr di burro
– 150 gr di zucchero
– mezzo litro di latte
– due uova piccole
– uvetta a piacere
– scorza di limone grattugiata
– un cucchiaio abbondante di rum o altro liquore secco
– cannella a piacere
– un pizzico di sale

Inanzitutto sbriciolare il pane e coprirlo col latte. Lasciarlo riposare per un oretta mescolando ogni tanto affinchè il pane assorba bene il latte.

Riprendere il pane e mescolarlo ancora per ridurlo a ‘pappa’ eliminare con un cucchiaio il latte in eccesso.

Aggiungere tutti gli altri ingredienti. L’uvetta deve venire preventivamente ammollata in acqua tiepida per qualche minuto, strizzata e aggiunta all’impasto.

Mescolare molto accuratamente.

Versare in uno stampo da forno.

Infornare a 160 gradi in forno caldo e cuocere per un ora.

Lasciar raffreddare nello stampo. Sformare e servire anche tiepida.

Alla prossima regione!

D come … Dove la trovate una torta così buona???

—————————————————————-
La primavera avanza, avete visto che bellissima azalea japonica che ho? Tra poco trapianto le erbe aromatiche preparatevi a un post sul mio orticello casalingo.

6 pensieri riguardo “Un dolce semplice per il Piemonte – Torta de San Pedar (torta de pan e lacc)

  1. Mi piacciono le ricette tradizionali e del recupero, non sapevo che questa fosse una ricetta tradizionale piemontese…la trovo molto buona!!

    ciao loredana

    1. Credo che tutte le regioni abbiano una o più ricette per riciclare il pane avanzato, il detto è 'il pane non si butta mai!' comunque questa torta è davvero buonissima. baci Kri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *