WHB #314 – Straccetti di tacchino con verdure autunnali profumate al curry


Domenica io e mio marito, con l’aiuto dell’instancabile gatto Tolomeo, abbiamo preparato l’albero di Natale e gli addobbi per la casa. Una mattinata passata nel delirio sopratutto a evitare che Tolomeo si portasse via tutte le ghirlande e imbucasse le palline sotto gli armadi. Finalmente ce l’abbiamo fatta, io mi sono dedicata all’albero rivestendo tutte le palline in stoffa argentata e blu mentre mio marito ha addobbato finestra e porta d’entrata.
Il risultato è carino, sobrio e tranquillo, con qualche statuina e candela sparsa per la stanza ma nulla di esagerato.
Ecco le foto delle nostre fatiche!  

Lunedì invece ho aiutato ad addobbare l’albero della piazza del Villaggio. Quest’anno abbiamo messo sù un vero e proprio ‘comitato pro addobbi’ formato da tante signore che si sono date da fare per creare decorazioni originali e varie. Avrei voluto fare foto anche di questo albero ma qui continua a piovere e quindi vi rimando al prossimo post sperando che il tempo migliori.

Questi giorni, inoltre, mi sono dedicata alla ricerca di ricette biscottose per preparare i soliti sacchettini da regalare. Ho stilato una lista e la prossima settimana la mia cucina diventerà una vera e proprio ‘pasticceria’ anche perchè.. lo dico piano piano, vorrei provare a fare il panettone… incrociate le dita per me!

Ora è il momento della ricetta per il WHB che questa settimana è ospitato dalla cara Brii, la mitica organizzatrice italiana del Weekend Herb Blogging.

Questa è la ricetta per un piatto unico che unisce sapori prettamente italiani, come la zucca e il radicchio rosso, a sapori orientali grazie alla salsa di soia, al curry e al couscous che viene anch’esso aromatizzato al curry.

Ingredienti per 2 persone:
 
3 fettine di fesa di tacchino tagliate grosse
1 fetta di zucca
1 cespo di radicchio rosso tardivo
mezza cipolla bianca
un cucchiaio di curry
due cucchiai di salsa di soia
sale, pepe, olio EVO 

per il couscous:
140 gr couscous precotto
un cucchiaino di curry
due cucchiai di olio EVO
sale

Preparate il couscous secondo le istruzioni che trovate sulla confezione aggiungendo però il curry nell’acqua per aromatizzarla.
Tritate la cipolla e fatela imbiondire in padella con l’olio.

Tagliate a striscette il tacchino e mettetelo nella padella con la cipolla, fatelo ben rosolare.

Sfumate con la salsa di soia.

Tagliate a pezzi la zucca e unitela al tacchino, mescolate e coprite. Cuocete 5 minuti a fuoco basso affinchè la zucca cominci a cuocere.

Aggiungete il radicchio lavato e tagliato a pezzi.

Salate, aggiungete il curry e se volete anche del pepe. Aggiungete un cucchiaio di acqua, mescolate bene, coprite e fate cuocere 20 minuti con il coperchio.

Al termine della cottura controllate che la preparazione non sia troppo liquida, eventualmente asciugate il sugo di cottura a fuoco alto per pochi istanti.
Mettete un foglio di cellophane in uno stampino, riempitelo di couscous premendo bene, capovolgete lo stampino su un piatto e sformato il couscous con attenzione eliminando la pellicola.
Contornate il couscous con la preparazione di tacchino e verdure, decorate con foglie di radicchio crude

Partecipo al WHB #314 che viene ospitato da Brii del blog ‘Briggishome’,

Grazie anche a:

 Kalyn di Kalyn’s Kitchen


WHB 293# – Spiedini di pesce e peperoni con contorno di cous cous

Uno degli ortaggi che cucino più volentieri quest’estate è il peperone. Quello rosso, perchè adoro il suo colore oltre che il sapore dolciastro. E dire che i peperoni sono una di quelle verdure, come la cipolla ad esempio, che avevo messo da parte. Invece ora l’ho riscoperto e lo stò adoperando in molte ricette e ho scoperto anche che fa molto bene, contiene una alta percentuale di vitamina A e vitamina C e se vi rimane un pò indigesto non dovete fare altro che pelarlo e togliere con cura la membrana bianca all’interno, sono queste due parti del peperone che si fa fatica a ‘mandar giù’.

In questi spiedini trovo che il peperone rosso dia una nota aromatica che da rinforza i sapori e un tocco di colore che ben si armonizza col resto degli ingredienti.

Ingredienti per due persone:
Per gli spiedini:

– 2 calamari
– 2 fette di salmone
– un peperone rosso

Per la marinata:

– Erba cipollina a piacere
– prezzemolo a piacere
– Olio EVO mezza tazza
– sale, pepe o peperoncino a piacere
– succo di mezzo limone

Per il cous cous:

– cous cous precotto
– mezza cipollina bianca
– due pomodori perini
– due cucchiai di olive denocciolate
– 150 gr di feta
– olio e sale
– prezzemolo tritato

Prendete sciacquate il salmone e pulite i calamari, asciugateli.

Tagliate il salmone a cubotti e i calamari a larghe strisce.

Preparate la marinata mescolando tutti gli ingredienti.

Versate la marinata sul pesce, coprite con della pellicola e fate marinare un oretta nel frigo.

Lavate e tagliate il peperone a pezzi badando di togliere tutti i semi e le membrane interne.

Componete gli spiedini alternando il pesce e i pezzi di peperone, come vedete dalla foto le strisce di calamaro le ho avvolte attorno a un pezzo di peperone prima di infilzarle, mi sembra un modo pratico per evitare lembi di calamaro che spuntano disordinatamente dallo spiedino.

Metteteli su una placca da forno, spennellateli con la marinata avanzata, infornate per 10 minuti a 200 gradi, girateli e cuoceteli altri 10 minuti.

Mentre gli spiedini cuociono preparate il cous cous secondo le istruzioni. Per il condimento tagliate sottilmente la cipollina e a rondelle le olive, tagliate a metà i pomodori, eliminate i semi e tagliate a cubetti la polpa, sbriciolate il feta.

Unite il cous cous pronto e raffreddato con gli ingredienti che avete preparato, condite con olio EVO e sale e mescolate bene.
Mettete nelle ciotoline individuali e spolverate con il prezzemolo tritato.
Sfornate gli spiedini e sistemateli in un piatto adatto con accanto la ciotola col cous cous.

Con questa ricetta partecipo al WHB #293 ospitato questa settimana da Graziana del blog ‘Erbe in cucina’

Ringrazio come sempre:
Brii, Briggishome (nuovo blog bellissimo)

———————————————————————————–
Vorrei ringraziare tanto l’amica e concittadina Stefania del blog ‘Nuvole di farina’ che mi ha passato questo piccolo riconoscimento. io ora dovrei scegliere dieci blog a qui passarlo ma come sempre mi trovo in difficoltà con queste cose, quindi giro questo premio a tutti quelli che passano di qua e vogliono andare ‘AspassoconBlue’.
Grazie Stefania!