WHB #314 – Straccetti di tacchino con verdure autunnali profumate al curry


Domenica io e mio marito, con l’aiuto dell’instancabile gatto Tolomeo, abbiamo preparato l’albero di Natale e gli addobbi per la casa. Una mattinata passata nel delirio sopratutto a evitare che Tolomeo si portasse via tutte le ghirlande e imbucasse le palline sotto gli armadi. Finalmente ce l’abbiamo fatta, io mi sono dedicata all’albero rivestendo tutte le palline in stoffa argentata e blu mentre mio marito ha addobbato finestra e porta d’entrata.
Il risultato è carino, sobrio e tranquillo, con qualche statuina e candela sparsa per la stanza ma nulla di esagerato.
Ecco le foto delle nostre fatiche!  

Lunedì invece ho aiutato ad addobbare l’albero della piazza del Villaggio. Quest’anno abbiamo messo sù un vero e proprio ‘comitato pro addobbi’ formato da tante signore che si sono date da fare per creare decorazioni originali e varie. Avrei voluto fare foto anche di questo albero ma qui continua a piovere e quindi vi rimando al prossimo post sperando che il tempo migliori.

Questi giorni, inoltre, mi sono dedicata alla ricerca di ricette biscottose per preparare i soliti sacchettini da regalare. Ho stilato una lista e la prossima settimana la mia cucina diventerà una vera e proprio ‘pasticceria’ anche perchè.. lo dico piano piano, vorrei provare a fare il panettone… incrociate le dita per me!

Ora è il momento della ricetta per il WHB che questa settimana è ospitato dalla cara Brii, la mitica organizzatrice italiana del Weekend Herb Blogging.

Questa è la ricetta per un piatto unico che unisce sapori prettamente italiani, come la zucca e il radicchio rosso, a sapori orientali grazie alla salsa di soia, al curry e al couscous che viene anch’esso aromatizzato al curry.

Ingredienti per 2 persone:
 
3 fettine di fesa di tacchino tagliate grosse
1 fetta di zucca
1 cespo di radicchio rosso tardivo
mezza cipolla bianca
un cucchiaio di curry
due cucchiai di salsa di soia
sale, pepe, olio EVO 

per il couscous:
140 gr couscous precotto
un cucchiaino di curry
due cucchiai di olio EVO
sale

Preparate il couscous secondo le istruzioni che trovate sulla confezione aggiungendo però il curry nell’acqua per aromatizzarla.
Tritate la cipolla e fatela imbiondire in padella con l’olio.

Tagliate a striscette il tacchino e mettetelo nella padella con la cipolla, fatelo ben rosolare.

Sfumate con la salsa di soia.

Tagliate a pezzi la zucca e unitela al tacchino, mescolate e coprite. Cuocete 5 minuti a fuoco basso affinchè la zucca cominci a cuocere.

Aggiungete il radicchio lavato e tagliato a pezzi.

Salate, aggiungete il curry e se volete anche del pepe. Aggiungete un cucchiaio di acqua, mescolate bene, coprite e fate cuocere 20 minuti con il coperchio.

Al termine della cottura controllate che la preparazione non sia troppo liquida, eventualmente asciugate il sugo di cottura a fuoco alto per pochi istanti.
Mettete un foglio di cellophane in uno stampino, riempitelo di couscous premendo bene, capovolgete lo stampino su un piatto e sformato il couscous con attenzione eliminando la pellicola.
Contornate il couscous con la preparazione di tacchino e verdure, decorate con foglie di radicchio crude

Partecipo al WHB #314 che viene ospitato da Brii del blog ‘Briggishome’,

Grazie anche a:

 Kalyn di Kalyn’s Kitchen


Son tornata! – Orzotto con zucchine e curry

Ebbene si, son tornata, non che fossi sparita del tutto ma certo la mia presenza è stata molto sporadica ultimamente. Il viaggetto a Roma è andato benino, diciamo che non è stato tutto come immaginavo ma in ogni caso la catalogo come una esperienza positiva. Ora devo rimettere ordine nella mia ‘sartoria’, raccogliere le idee e ripartire per il prossimo impegno a Rimini.
Sopratutto posso tornare a dedicarmi alla cucina, al blog, a voi e ai vostri contest. Mi siete mancati!!
Appena riesco vengo a fare un giro su tutti i vostri blog che ho scandalosamente trascurato, per ora vi lascio la ricetta del mio orzotto!

Questa ricetta nasce grazie al contest di Sara del blog ‘Cook and the city’.

Inanzitutto Sara ci propone un test per capire di che ‘gusto’ siamo.
Io sono risultata PICCANTE! La descrizione del profilo ‘piccante’ dice :
‘Sei un tipo da maneggiare con cautela! E non si capisce mai se ci fai o ci sei. ‘(…) hai un buon carattere, sei estroverso, esplosivo e solare e metti allegria solo a guardarti (…)  tendi ad infiammarti con facilità. Sei  prepotente e la tua volontà è quella di oscurare gli altri. Hai le doti di un leader ma non la tenacia e la pazienza. Infatti come ti infiammmi, sbollisci. Sei un amico sincero e disponibile, anche se spesso latiti. Hai modi un pò grossolani e precipitosi non è un caso se spesso la 
gente che ha a che fare con te si offenda. ‘

Beh sono proprio io, non c’è che dire….
Dunque posso scegliere di riprodurre una ricetta che sia agrodolce o umami o persistente… difficile scelta!
Ho scelto l’Umami, se volete saperne di più su questo ‘nuovo’ sapore leggete QUESTO post del bravo Bressanini.
I cibi umami consentiti sono: verdure amare, cioccolato, pasta, lievitati e curry.

Ho scelto il curry, per vari motivi, inanzitutto perchè lo uso pochissimo, purtroppo a mio marito non piace e quindi posso usarlo solo quando cucino per me sola. Ho scelto il curry anche perchè è poco piccante e molto profumato, lo adoro!
Per essere coerente con i cibi umami avrei dovuto farci il sugo per la pasta ma in questi ultimi tempi ho scoperto l’orzo, da usare al posto del riso, e mi piace moltissimo! Chissà come mai lo usavo sempre e solo per farci le minestre, ‘risottato’ è stupendo e si abbina perfettamente alle verdure.

Quindi ecco il mio ‘Orzotto alle zucchine e curry’

Ingredienti per una porzione abbondante:
tre pugni di orzo perlato
un quarto di cipolla
una zucchina
due tazze di brodo di verdura oppure due tazze di acqua bollente e del brodo istantaneo di verdura(dado, granulare, in vaschetta)
olio EVO
curry qb

Affettate sottilmente la cipolla e rosolatela nell’olio evo

Aggiungete l’orzo e fatelo tostare

tagliate le zucchine a dadini e aggiungetele all’orzo, fatele insaporire.

Aggiungete tutto in una volta il brodo (oppure l’acqua e il brodo istantaneo)

Coprite e portate a bollore, aggiungete il curry, mescolate e portate a cottura coperto e a fuoco medio

mescolate poco e se necessario aggiungete ancora dell’acqua bollente. L’orzo ci mette un pò di più tempo a cuocere del riso.
A fine cottura fate riposare a fuoco spento per qualche minuto.

Io non ho messo sale perchè il curry e il brodo hanno insaporito l’orzo in giusta misura, ovviamente sentitevi liberi di aggiungere un pizzico di sale se ne sentite l’esigenza.
Alla prossima ricetta!

PS: Avevo deciso di organizzare un contest al raggiungimento dei 100 sostenitori, con mia somma gioia è arrivato il momento, siete 104 e siete tutti meritevoli di un grosso abbraccio e un grande GRAZIE! appena ho pronto il bannerino posterò la presentazione del mio contest/raccolta, non siete curiosi di sapere il tema????  Prossimamente su questo blog 🙂