Friggitelli ripieni – Antipasto freddo

friggitelli

E’ un antipasto fresco e gustoso che può essere servito anche in un pranzo a buffet assieme ad altri piatti freddi o magari come accompagnamento a una grigliatona gustata davanti alla tv.
Parlo di TV apposta perché siamo in pieno periodo ‘Mondiali di calcio‘ e anche chi non è interessato a questo sport finisce per tifare Italia insieme agli amici. Continua a leggere “Friggitelli ripieni – Antipasto freddo”

Un altra bella scoperta – Insalata di mare con salicornia in cestino di pane

Insalata di mare con salicornia

La salicornia, o asparago di mare, l’ho sognata pure una notte…
Non scherzo, la volevo assaggiare da anni, da quando l’avevo vista usare da un cuoco in una trasmissione televisiva. Alla fine ci avevo messo una croce sopra, non la trovavo da nessuna parte.
L’altro giorno, mentre aspetto il mio turno in pescheria, ho visto un bel cespo di ‘verdura’ che al primo momento mi sembrava solo decorativa. Aguzzando la vista ho realizzato che era salicornia! Continua a leggere “Un altra bella scoperta – Insalata di mare con salicornia in cestino di pane”

Qualcosa di insolito – Panini ripieni cotti al vapore con insalata di verdure cotte

Mi piace la cottura al vapore anche se la uso prevalentemente per cuocere le verdure, ho provato a cuocere anche del salmone e dei filetti di pesce e sono rimasta molto soddisfatta.
Il pane non l’ho mai cotto al vapore forse perchè per mè il pane deve avere una crosta croccante e colorata, ovviamente il pane al vapore resta bianchiccio e umido quindi poco invitante, peccato perchè è davvero buono.
Siccome che il sottotitolo del mio blog è proprio ‘esperimenti di cucina’ ho voluto provare a farlo usando un ‘avanzo’ di pasta di pizza che mi era rimasto dalla cena del giorno prima. Io la pasta da pizza la faccio praticamente uguale a quella del pane ma con un pò di più olio EVO.
Per rivestire il cestello ho letto in giro che si usano foglie di lattuga o alla peggio della carta forno, io ho usato un cespo di radicchio rosso. Sapendo che il radicchio è tipicamente amaro ho aggiunto dei funghetti champignon per dargli un pò di dolcezza.
Intanto vi dò gli ingredienti per la pasta di pane, ovviamente le dosi sono alte, se fate solo questi paninetti ne farete tantissimi, io vi consiglio di utilizzarne solo una parte e usare il resto per fare il pane o la pizza.

Per il pane:
– 560 gr di farina 0 (oppure metà 00 e metà manitoba)
– 350 gr di acqua tiepida (non mettetela subito tutta ma tenetene un pò da parte e aggiungetela all’impasto se ne abbisogna)
– mezzo panetto di lievito di birra fresco
– un cucchiaino di miele
– un cucchiaio raso di sale
– tre cucchiai abbondanti di olio EVO

Io sciolgo il lievito in una parte di acqua tiepida con il miele, inserisco farina, sale e olio nel cestello della macchina del pane, aggiungo l’acqua col lievito e faccio andare con il programma impasto seguendo per i primi minuti l’impasto aggiungendo l’acqua se necessario.

Per il ripieno e l’insalata calda:

– Olive ripiene (io olive nere ripiene di acciughe sott’olio)
– Funghetti sott’olio ben sgocciolati
– Dadini di salumi (avanzi del frigo)
– Dadini di wuster
– un cespo di radicchio rosso di Chioggia
– una decina di funghetti champignon
– sale, erba cipollina e olio EVO

Inanzitutto sfogliate il radicchio cercando di non rompere troppo le foglie, tagliate la parte terrosa dei funghi, lavate entrambe le verdure.

Preparate il ripieno per i panini, tagliate i salumi a cubotti, scolate bene i funghetti e le olive. Potete usare per il ripieno quel che preferite, cubetti di tonno, di formaggio o tocchetti di verdure lessate (carote, rape..)

Foderate il cestello da vapore con le foglie di radicchio, accendete e fate un pò ‘appassire le foglie.

Preparate i paninetti, pizzicate la pasta prendendo un pezzetto grande quanto una noce,

appiattite la pasta con le mani

inserite un pezzo di ripieno, chiudete bene il paninetto e mettetelo su un piatto spolverato di farina.

Continuate fino a esaurimento della pasta mettendo i paninetti un pò distanziati l’uno dall’altro.

Coprite il piatto e fate lievitare i paninetti per 40 minuti (dipende dalla temperatura della vostra cucina, dovranno crescera ma non eccessivamente)
Accendete di nuovo sotto la pentola e aspettate che inizi il vapore, adagiate i paninetti un pò distanziati sulle foglie di radicchio, aggiungete anche i funghetti. (io ho cotto i paninetti in due volte perchè ne ho fatti parecchi)

Coprite e fate cuocere per 15/20 minuti.

Togliete i paninetti dal cestello e poneteli su una grata ad asciugare, togliete anche le verdure e mettetele in una ciotola.

Condite l’insalata calda con olio EVO sale e erba cipollina,

Se vi piace servite i paninetti con un pò di salsa di soia.   Questi bocconcini di pane sono ottimi caldi e tiepidi, freddi perdono un pò sapore ma son buoni ugualmente.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Camilla del blog ‘Archcook

Il 9 ottobre tenetevi liberi! – Tartellette ‘speziali’

Il 9 ottobre tenetevi liberi perchè c’è una FESTA

E’ la Giornata Nazionale della Persona con Sindrome di Down e grazie all’intervento di Antonella noi ‘foodblogger’ abbiamo la possibilità di proporre le ricette per un buffet ‘speziale’ che verrà offerto ai partecipanti. Se volete saperne di più sul ‘come e quando’ visitate il sito dell’associazione TRISOMIA
e se volete proporre le vostre ricette andate da Libera di ‘Accanto al camino’ che le stà raccogliendo.

Avete tempo tutto settembre, poi le ricette saranno attentamente vagliate e studiate dagli ‘Chef Speziali’ che sceglieranno quali proporre agli ospiti.

Io vorrei partecipare con la ricetta delle tartellette ‘speziali’ che ho preparato apposta per questa iniziativa. Spero che piacciano!

per 6 tartellette (ma il ripieno vi avanza sicuro, potete congelarlo e utilizzarlo in altre preparazioni):

– un rotolo di pasta briseè
– 250 gr di ricotta
– due uova
– 100 gr di prosciutto cotto tagliato in una sola fetta
– mais e piselli in quantità a piacere (io ho messo mezza scatoletta di ogniuno)
– due cucchiai colmi di formaggio grattugiato
– sale, una miscela di pepi (verde, rosa, nero, bianco) macinati al momento, erba cipollina, paprika dolce, peperoncino in polvere (poco)

Tagliate il prosciutto cotto a cubetti, preparate il ripieno delle tartellette mescolando tutti gli ingredienti e le spezie e il sale.

Tagliate la pasta briseè con un coppapasta o un taglia biscotti creando dei cerchi che stiano a misura negli stampini che userete (io ho usato gli stampini da muffin in silicone)

Foderate gli stampi con i cerchi di pasta,

riempiteli col composto preparato in precedenza,

formate con la pasta avanzata dei cordoncini che metterete sul bordo delle tartellette per creare una specie di ‘barriera’ per non far uscire il ripieno in cottura.

infornate a forno caldo a 200 gradi per 25 minuti, controllate la cottura del ripieno prima di sfornare, se la pasta si colora troppo coprite gli stampini con carta di alluminio.

A noi son piaciuti molto, sono semplici ma le spezie danno uno sprint in più.

Tolomeo ha apprezzato sopratutto qualche ritaglio di prosciutto che mi è ‘inavvertitamente’ caduto mentre preparavo il ripieno….

Grazie a tutti e alla prossima ricetta!