Siamo alla B – Canederli di semolino in brodo

Per la B di Bolzano dell’Abbecedario Culinario Italiano ho pensato a una ricetta classica (che curiosamente somiglia molto a una ricetta triestina): i canederli di semolino in brodo.
 La regione del Trentino Alto Adige viene ospitata dalla carissima Brii del blog ‘Briggishome‘.

Di questa regione ho il ricordo di un’estate divertentissima passata a Malè ospite della famiglia di una mia amica. Eravamo giovani, spensierate e belle, ebbene si! Viaggiavamo in una grintosa Golf rossa accompagnate da un cane lupo dolcissimo ma ottimo come ‘guardia del corpo’.
Abbiamo passato tutte le vacanze a tormentare un povero giovanotto, molto carino, che aveva avuto la sfortunata idea di ‘fare il filo’ alla mia amica.
Tra gli scherzi che gli abbiamo combinato ricordo quando abbiamo atteso che passasse sotto il balcone per tirargli i gavettoni di acqua e poi nasconderci e sopratutto la volta in qui lo abbiamo seguito, abbiamo aspettato che scendesse dalla macchina per andare a fare allenamento di calcio e gli abbiamo impacchettato l’auto con carta velina con tanto di enorme fiocco rosa in carta crespa… Insomma oggi saremmo state denunciate per ‘stalkeraggio’ ma per fortuna quelli erano altri tempi e alla fine si finiva con una gran risata e a lui gli è andata pure bene perchè per farsi perdonare la mia amica ci è pure uscita insieme…

Ma non abbiamo fatto solo scherzi quella estate anzi, abbiamo anche camminato, molto, moltissimo, a volte da tornare a casa con le vesciche ai piedi. Devo dire che quei luoghi  sono davvero incantevoli. Dovrei avere ancora delle foto da qualche parte magari se le trovo le posto.

Ma passiamo alla ricetta decisamente più seria, i canederli di semolino in brodo.

Per 2 persone

– 250 ml latte
– 70 gr semolino
un uovo
una noce di burro
due cucchiai di formaggio grattugiato
sale, noce moscata, erba cipollina tritata
buon brodo di carne

Scaldare il latte, quando bolle spegnere il fuoco e buttare il semolino a pioggia mescolando con una frusta

Quando l’impasto è omogeneo mettere una noce di burro e mescolare ancora bene.

Aggiungere un uovo già sbattuto, sale, formaggio grattugiato e una generosa grattata di noce moscata.

Mescolare bene e lasciar riposare per mezz’oretta circa.

Portare a bollore il brodo, fare delle piccole quenelle (gnocchetti) con l’aiuto di due cucchiai e immergerli delicatamente nel brodo bollente.

Quando vengono a galla farli cuocere 10 minuti circa.

Impiattate spolverando i canederli con un pò di erba cipollina tritata.

B come Brii ti piace la ricetta????