Ricettina veloce – Quiche di peperonata

Questa ricetta non volevo nemmeno postarla tant’è che non ho nemmeno le foto del passo passo. Però quando ho ho tolto lo stampo dal forno mi son resa conto che questa quiche è venuta davvero bella, colorata ed estiva! Così gli ho fatto un paio di scatti, proprio al volo eh!  All’assaggio si è rivelata uno spettacolo, mio marito ha apprezzato, io me ne sono letteralmente innamorata e tra un pranzo e una cena l’abbiamo finita.

E’ davvero semplice che quasi mi vergogno a darvi la ricetta però, dai., è talmente buona che spero tanto che la proviate anche voi.

Ingredienti

– un rotolo di pasta sfoglia
– un peperone rosso
– una melanzana
– due zucchine verdi piccole
– mezza cipolla rossa
– 250 gr di formaggio quark o philadelphia o simili
– due cucchiai di formaggio grattugiato
– un uovo
– una manciata di pane grattugiato
– sale, pepe, erba cipollina
– olio evo

Preparate la peperonata tagliando tutte le verdure a pezzi della stessa dimensione, la cipolla tagliatela a fettine.
Mettete a rosolare le verdure in poco olio EVO, salate, pepate e coprite, lasciate che si cuociano a fuoco moderato per 10 minuti circa, non serve aggiungere acqua perchè è sufficiente quella che rilascia la verdura.

Preparate una miscela con l’uovo, il formaggio quark, il formaggio grana, sale ed erba cipollina.
Spegnete le verdure che  devono rimanere molto croccanti perchè finiranno di cuocere nella quiche. Lasciatele raffreddare un pò dopodichè mettetele nella terrina con la miscela di uovo e formaggio, mescolate bene.

Accendete il forno a 180 gradi, quando è caldo foderate uno stampo con il rotolo di pasta sfoglia, bucherellate il fondo, cospargete di pane grattuggiato che servirà ad assorbire l’eventuale umido in eccesso delle verdure.

Ora mettete il ripieno nello stampo, livellatelo, ripiegate i bordi della pasta per creare un bordo. Bucherellate anche il bordo. Infornate per 30 minuti

Sfornate e fate raffreddare.

E’ buona calda ma anche fredda e proprio per questo che vorrei partecipare alla raccolta di ‘Vaniglia, zenzero e cannella’

Ah.. ecco la prima uscita di Tolomeo, adesso che è vaccinato, protetto contro le pulci e munito di collarino e guinzaglio luuuuungo, finalmente ha potuto esplorare il giardinetto davanti casa! In realtà ora ha anche una bellissima pettorina che è molto più comoda, qui lo vedete solo col collarino perchè eravamo impazienti di vedere cosa avrebbe fatto a contatto con la natura. Gli piace giocare nell’erba e anche mangiare gli insetti (bleah) è molto attratto dal giardino dei vicini e sopratutto si diverte un mondo a ingarbugliare il cavo del guinzaglio per far diventar matto mio marito che poi lo deve sciogliere… haha!

WHB #295 – Sandwich di melanzane

Manco da quasi una settimana lo so, ma non sono in ferie,mi sono solo presa una blog-pausa per dedicarmi ad altro, il gatto, le bambole, il marito (in questo rigoroso ordine ovviamente 😀 )

Questa settimana non voglio mancare al WHB, purtroppo la settimana scorsa non ce l’ho fatta, non me ne voglia la cara Marta del blog ‘Mangiare è un pò come viaggiare’ che ha ospitato, per farmi perdonare linko il suo RACCOLTO che è davvero vario e gustoso.

Questa settimana invece il WHB viene ospitato da Simona del blog ‘Briciole’

e io ho pensato di fare una ricetta sfiziosa e veloce con le melanzane, tipico ortaggio estivo.
Non amo molto le melanzane, lo ammetto, a volte però mi capita di trovare delle ricette che mi stuzzicano e quindi le provo!
Questa in particolare l’ha proposta un concorrente del programma tv ‘Cuochi e fiamme’ e mi è piaciuta un sacco. E’ vero che comunque è una ricetta famosissima poichè ‘googlando’ se ne trovano molte e tutte con ripieni gustosi e diversi, io vi propongo la mia versione semplicissima ma davvero sfiziosa.

Per 6 sandwich:

– una melanzana grande ma non troppo tonda
– una mozzarella da 125 gr.
– filetti di acciuga sott’olio
– un uovo grande + due cucchiai di latte
– pangrattato e farina per l’impanatura
– olio di semi per friggere
– sale

Tagliate la melanzana in 12 fette non troppo spesse
Tagliate la mozzarella in 6 fette

Salate pochissimo le fette di melanzana, prendetene 6 e adagiate su ogniuna una fetta di mozzarella e una acciuga sgocciolata

Coprite con le fette rimaste a formare un sandwich

Sbattete l’uovo con il latte, impanate i sandwich passandoli prima nella farina poi nell’uovo e infine nel pangrattato.

Friggete i sandwich in olio profondo. Scolateli quando il pangrattato sarà bello dorato e croccante.

Possono essere serviti come fingerfood, antipasto o anche un secondo piatto.

Buon appetito!

WHB #264 – Timballini di melanzane

Oggi vi lascio un post breve breve ma ci tenevo a scriverlo per poter partecipare al WHB #264 ospitato da Brii

 
Questa ricettina ha come ingrediente principale una delle mie verdure preferite, la melanzana!
In realtà non mi piaceva molto la melanzana, poi col tempo e l’età 😉 ho cambiato gusti e ora le mangio spesso.
Ho preparato questi timballini ispirandomi alla moussaka greca, ma con le dovute modifiche.. obviously!

Dunque per 6 timballini prendete
– 2 melanzane non troppo grandi
– una patata media
– del ragù (fatto alla vostra maniera)
– delle sottili fette di formaggio, io ho usato il Montasio ma potete usare quello che vi piace purchè fonda, anche le sottilette!
– sale e olio EVO

Dunque tagliate a fette le melanzane e la patata e friggetele velocemente nell’olio EVO, Scolate e salate.

Prendete degli stampini da muffin  e componete gli strati come vedete nella foto, vi sconsiglio di usare lo stampo multiplo che ho usato io perchè per sformare i timballini è stato un delirio, preferite i monostampini.

Ecco gli strati finiti e lo stampo pronto per essere infornato.

Mettete nel forno caldo a 180 gradi per 15 minuti, affinchè il formaggio fonda e i sapori si amalgamino.
Sformate gli stampini su una montagnetta di polenta (come ho fatto io)

Al posto della polenta potete usare anche una salsa la formaggio, un pesto leggero, una crema di yogurth insomma tutto quel che vi piace e che si abbini bene con la melanzana.
Approposito sapevate che il nome melanzana deriva dall’appellativo ‘mela insana’? questo nome le era stato dato a causa della solanina che contiene e che la rende tossica se mangiata cruda, per fortuna la solanina viene totalmente eliminata in cottura perciò la melanzana si mangia SOLO COTTA  mi raccomando!

Buon appetito!! Vado a fare i biscotti, kiss!