Conchiglioni ripieni di zucchine e orata su zuppetta di peperoni

conchiglioni ripieni
 Voi sapete già quanto io ami le zucchine e questo è uno dei primi piatti con zucchine che mi è riuscito meglio, è stato molto apprezzato anche da mio marito e quindi ve lo ripropongo con piacere.
Questi conchiglioni ripieni fanno parte della fissa ‘paste ripiene’ che mi è venuta quest’estate, volevo renderli ‘chic’ oltre che buoni e non so’ se ci sono riuscita, diciamo che è una ricetta che mi rende particolarmente fiera. Ci vuole un pò di pazienza perché il procedimento è lungo ma niente affatto complicato.

Continua a leggere “Conchiglioni ripieni di zucchine e orata su zuppetta di peperoni”

Quando cucina il marito… un classico anni 90′ – Mezzemaniche alla vodka e salmone

 

Pasta alla vodka

Tutto inizia il giorno dopo Natale, quando io e mio marito ci ritroviamo il frigo pieno di avanzi della cena della Vigilia.
Io mi sento stanchissima, anche quest’anno puntuale l’anemia mi ha prosciugato le forze e quindi rimango a letto a poltrire un po’.
Poi un certo languore ci prende e lui va ad aprire il frigo, rumori sospetti mi spingono a uscire del bozzolo caldo del piumone, mi vesto rapidamente e scendo giusto in tempo per veder il tavolo di cucina ricoperto da stoviglie e cibi vari. Poi l’annuncio:
– ‘Amore faccio la pasta alla vodka e salmone’ Continua a leggere “Quando cucina il marito… un classico anni 90′ – Mezzemaniche alla vodka e salmone”

WHB #333 – Lasagne con zucchine, cipolla e pancetta

Ricetta veloce (si fa per dire) per il WHB, questa settimana è ospitato da Cinzia del blog ‘Cindystar’.

Nel frattempo che preparavo queste lasagne la cima alla genovese riposava bella schiacciata nel frigo ma di lei vi racconterò domani perchè ho in mente un post strepitoso sulle mie avventure a Genova.

Per fare questo piatto non troppo leggero, lo ammetto, ho usato uno dei miei ortaggi preferiti, la zucchina! Che di per se non sà di molto ma stà bene ovunque, in un sugo, in una caponata, negli spiedini, nelle vellutate insomma davvero in ogni ricetta tant’è che quando mio marito vede le prime zucchine della stagione comparire nel frigo esclama ‘Oh no, è tornato il periodo delle zucchine!’ Infatti poveretto gliele propongo almeno tre volte a settimana…
Queste lasagne però le ha mangiate con gusto, e ti credo con pancetta e cipolla il sapore è garantito!

Ingredienti per una teglia da due porzioni abbondanti (ma in tre si mangia bene comunque)

– 2 zucchine verde scure grandi
– 1 cipolla dorata
– 200 gr di pancetta affumicata
– 1 confezione di robiola da 100 gr
– 1 brick di panna da cucina
– 6 sfoglie di lasagna secche
– due cucchiai di parmigiano grattugiato
– un piccolo mazzetto di coriandolo
– olio EVO, sale, pepe

Tagliate a fette di circa 3/4 millimetri le zucchine e sbollentatele per pochi minuti tenete da parte gli eventuali scarti del taglio

Tritate la cipolla e gli scarti delle zucchine, tagliate a cubetti o bastoncini la pancetta.

Fate rosolare la pancetta in un goccio di olio

Unite le verdure, rosolatele, salate poco poi abbassate la fiamma, coprite la padella e fate stufare per 10 minuti.

In una ciotola mettete la robiola e la panna, pepe, sale e il coriandolo tritato.

Quando le verdure sono cotte ma croccanti spegnete il fuoco e mettetele nella ciotola con la panna, mescolate bene.

Cuocete le sfoglie in acqua bollente salata per pochi istanti.

Componete la lasagna mettendo un pò di condimento sul fondo della teglia, due sfoglie di lasagna, altro condimento e le fette di zucchina, fare un altro strato di lasagna, condimento e zucchine, finire con lasagne, condimento e abbondante parmigiano grattugiato

Infornare per 25 minuti  a 180 gradi,

lasciar gratinare bene la superficie prima di sfornare

Sono davvero buone!
Ringrazieo come sempre:

A domani!

O così o… – Spaghetti con sugo di cozze e erbe aromatiche

Qualche tempo fà sono stata invitata a partecipare a un concorso organizzato dalla Pomì per festeggiare  i 30 anni del marchio.
Ho aderito con piacere per due motivi, inanzi tutto conosco il prodotto perchè mi è capitato di usarlo e ne sono sempre rimasta soddisfatta e poi perchè i premi sono molto belli, almeno per una curiosona come me. Sono ben tre week end tematici nel territorio di coltivazione e trasformazione dei pomodori usati per fare i prodotti Pomì. Uno dei punti forti di questo marchio è che il 100% della produzione è italiana da pomodori italiani.
Per preparare le ricette del contest ‘Pomì d’autore’ la Pomì mi ha spedito un meraviglioso pacco di prodotti e nell’aprirlo mi son venute un sacco di idee.
Questa è la prima e per prepararla ho usato un prodotto tipicamente della mia zona, le cozze e ho profumato il sugo con le erbe aromatiche che coltivo nel mio orticello.

Per 3 persone:
– 250 gr di spaghetti
– 600 gr di cozze
– una confezione da 500 grammi di Passata di pomodoro Pomì
– 6 capperi sotto sale
– uno spicchio d’aglio
– un mazzetto di erbe aromatiche (prezzemolo, coriandolo e basilico)
– peperoncino tritato
– sale, olio EVO

Lavare, raschiare e mettere in una padella le cozze affinchè si aprano.

Sgusciarle e tenerle da parte. tenere da parte anche una piccola quantità di acqua rilasciata dalle cozze. (circa una tazzina da caffè) filtrata a un colino fine.

Far rosolare in poco olio  EVO uno spicchio d’aglio tagliato a metà e privato del germe interno.

Aggiungere la passata di pomodoro Pomì.

Dissalare i capperi in acqua tiepida, strizzarli e tritarli e aggiungerli nel sugo

Regolare di peperoncino secondo il vostro gusto.

Lasciare insaporire il sugo per circa 10 minuti. Aggiungere le cozze e l’acqua delle cozze.

Cuocere ancora 5 minuti a fuoco medio facendo consumare un pò il sugo. Nel frattempo tritare grossolanamente le erbe con una forbice.

Spegnere il fuoco e aggiungere metà delle erbe tritate. Coprire con un coperchio.

Cucinate gli spaghetti.

Scolateli al dente e fateli saltare nella padella col sugo.

Impiattate spolverizzando ogni porzione con il resto delle erbe aromatiche tritate.

E’ una ricetta semplice ma molto gustosa.

Buon Appetito!