Manuale di Nonna Papera

Patate alla pizzaiola – Dal Manuale di Nonna Papera

Il Manuale di Nonna Papera compie 40 anni, io ne ho pochi di più e perciò faccio parte di quella schiera di donne che hanno iniziato la loro carriera culinaria con ‘la focaccia del paleolitico’ oppure ‘ i biscotti del Drago’.
Questo manuale è davvero speciale perché mi ricorda la mia infanzia e i primi tentativi di cucina (sempre sotto l’occhio vigile di mia mamma o mia nonna).

Il mio Manuale è rimasto a casa di mia madre, credevo ormai di non averne più bisogno e invece, grazie a Sabrine di Fragole a merenda, mi sono accorta che mi mancava.
Ieri sono andata a riprendermelo, era nella libreria di mia madre assieme a tutti i ‘Manuali delle Giovani Marmotte‘ che collezionavo da bambina.
Adesso l’ho messo in cucina accanto al microonde sulla credenza, il posto che gli spetta di diritto!

Ricetta

Tra le tante ricette che avrei voluto riprodurre ho scelto una con le patate, semplice e gustosa, le
Patate alla pizzaiola

Manuale di Nonna Papera

Sbucciate le patate (ricordatevi che la parte più nutriente è quella vicina alla buccia, perciò non riducetele come…nocciole) e tagliatele a fette rotonde alte mezzo centimetro.
Prendete dei pomodori, freschi o pelati, togliete i semi e strizzateli leggermente per togliere l’acqua, ungete una teglia e alternate strati di pomodoro e strati di patate.
Tra uno strato e l’altro mettete sale, pepe e un pizzico di origano. Finite con uno strato di pomodori e bagnateli con un pò di olio. Cuocete a forno caldo per venti minuti.

Ed eccole, monoporzione per il mio pranzo.

Manuale di Nonna Papera

Devo dire che sono molto gustose, io ho usato i pelati e l’erba cipollina al posto dell’origano che detesto.
Vi consiglio di affettare le patate molto sottili o di prelessarle perché, anche se ho fatto cuocere un po’ più di venti minuti, alcune fette son rimaste troppo ‘croccanti’.
Comunque le farò ancora in teglia grande perché sono buonissime.

Alla prossima ricetta del Manuale di Nonna Papera!